Cos'è il progetto Reti Impresa

Il Progetto Reti Impresa rappresenta un progetto finalizzato alla costruzione di una rete integrata tra imprese per lo sviluppo dei sistemi consortili nel comparto del "Global Service".

Promotori del progetto

Il presente progetto ha visto il coinvolgimento di 2 consorzi localizzati all'interno della provincia di Ravenna, che si occupano di procurare, coordinare e gestire le commesse e 12 imprese a questi associate con funzioni più produttive (o di erogazione di servizi). I 2 consorzi rappresentano le imprese promotrici il progetto. Uno solo formalmente proponente (l'impresa capofila). Le 12 imprese sono distribuite tra le province di Ravenna, Forlì, Ferrara e Bologna.
I due consorzi promotori sono:
  • AR.CO. LAVORI Società Cooperativa Consortile, via Negrini n.1 - Ravenna (impresa capofila proponente il progetto), è un consorzio che associa imprese artigiane ed opera prevalentemente nel settore dell'impiantistica ed installazione.
  • CONSORZIO RAVENNATE DELLE COOPERATIVE DI PRODUZIONE E LAVORO, via Teodorico n.15 - Ravenna (impresa partner co-proponente il progetto), è un consorzio fra cooperative che opera nel mercato nazionale delle costruzioni.
Le altre 12 imprese partner sono in parte aziende artigiane associate al Consorzio AR.CO. Lavori Scc, in parte cooperative associate al Consorzio Ravennate delle Cooperative di Produzione e Lavoro.

La decisione di presentare un progetto congiunto tra mondo della cooperazione e dell'artigianato deriva proprio dall'esigenza di ridefinire il posizionamento strategico delle due realtà in ragione dei processi legati al "Global Service", i quali determinano una convergenza dell'impiantistica per tipo di edificio e non più per funzione. Questa convergenza si concretizza nel gemellaggio tra il Consorzio AR.CO. Lavori Scc, il quale associa artigiani specializzati nell'impiantistica ed installazione, e il Consorzio Ravennate delle Cooperative di Produzione e Lavoro, il quale associa in prevalenza cooperative di costruzioni.

Le funzionalità

Entrambi i Consorzi svolgono una complessa attività di supporto tecnico commerciale che si sviluppa lungo tutto l'arco di una commessa, tale attività è attualmente gestita da un lato in modo informale, dall'altro attraverso l'utilizzo di strumenti di comunicazione "tradizionali" come il telefono, il fax e le e-mail, e ciò implica di frequente:
  • cattiva sincronizzazione dello scambio di informazioni e della gestione delle attività
  • elevati tempi di attraversamento
  • costosa pianificazione della commessa
  • risposte non tempestive
  • dispersione di competenze e professionalità
  • difficoltà di coordinamento
  • difficoltà di reperimento delle informazioni
  • sprechi
Si è ritenuto quindi strategico, come già evidenziato negli obiettivi, rendere il più possibile efficace, efficiente, razionale e integrato il flusso comunicativo esistente tra Consorzi e imprese socie attraverso la predisposizione di un sistema informatizzato per la gestione delle informazioni e della loro archiviazione.

In particolare si realizzerà, attraverso la creazione del portale interattivo di servizi consortili su Internet, un processo di standardizzazione delle procedure per la realizzazione di economie gestionali ed organizzative trasferibili a tutte le imprese socie.

Gli obiettivi

Il presente progetto ha come macro obiettivi:
  • l'ideazione, la progettazione, la realizzazione, la sperimentazione, l'implementazione e la diffusione di una serie di strumenti (tecnologici e non) volti ad accrescere e qualificare la capacità di cooperazione tra le imprese partner del progetto. Le imprese partecipanti sono consorzi e aziende specializzate nell'erogazione di servizi di manutenzione del patrimonio immobiliare secondo l'approccio del "Global Service".
  • elevare la capacità di cooperare delle imprese appartenenti ai Consorzi promotori del progetto, innanzitutto creando un sistema efficiente e efficace di gestione delle commesse, avviando poi una serie di attività in grado di introdurre nuovi e più qualificanti terreni su cui innescare processi di cooperazione tra imprese.
  • realizzare una partnership unendo le competenze e le esperienze, ciascuno nel proprio campo, dei due consorzi sia dal punto di vista tecnico che commerciale, socializzando il know-how dell'esperienza artigiana con quella del mondo cooperativo nelle modalità gestionali ed organizzative del lavoro, nell'ottica di agevolare ed ottimizzare sia le comunicazioni "istituzionali" che quelle relative alle commesse tra consorzi e consociate e farle diventare momenti di crescita e sviluppo per tutti i soggetti coinvolti.
In sostanza con la realizzazione del progetto si intende ridefinire i rapporti di relazione e cooperazione tra le imprese del sistema, e realizzare una rete "virtuale" utilizzando strumenti telematici in grado di gestire in modo efficiente e efficace il sistema di relazioni stesso, con lo scopo di:
  • potenziare la capacità di cooperare delle imprese partner;
  • introdurre strumenti nuovi per sostenere i processi di cooperazione esistenti;
  • introdurre nuove attività vantaggiose per tutti (nuovi processi, nuovi servizi, nuove tecniche di lavoro);
  • introdurre nuovi sistemi di lavoro in grado di valorizzare impresa e lavoro;
  • introdurre una qualificazione dei processi di lavoro non solo nei consorzi promotori ma anche nelle imprese che a questi sono associate;
  • rendere omogenee le tecniche e i processi organizzativi tra imprese deputate al coordinamento e la gestione (i consorzi) e imprese a cui compete l'erogazione del servizio (le imprese che svolgono il lavoro), al fine sincronizzare le attività e accelerare i tempi di risposta (integrazione operativa);
  • determinare una ricaduta in termini di qualificazione della struttura organizzativa delle imprese consortili come di quelle di produzione;
  • allargare il ventaglio delle imprese in grado di fruire dei benefici derivanti dai risultati del presente progetto, sia rispetto alle imprese associate ai due consorzi, sia diffondendo le pratiche verso imprese esterne alle realtà consortili promotrici il progetto stesso.
Obbiettivi specifici del progetto:
  • Creazione di un efficiente e efficace sistema di gestione della commessa, ridefinendo le relazioni tra livello di coordinamento e gestione della commessa (la dimensione consortile) e il livello delle imprese che erogano materialmente il servizio (ossia le imprese associate ai consorzi).
  • Sviluppo di una serie di nuovi servizi ad "alto valore aggiunto" tra i quali:
    • servizi di consulenza e supporto on-line di tipo normativo fiscale, amministrativo, tecnico e legale;
    • banca dati sui bandi di gara per pubblici appalti;
    • banca dati su opportunità di formazione/aggiornamento per tematiche tecniche, fiscali ed amministrative;
    • banca dati sulle imprese e subappaltatori di fiducia;
    • banca dati "domanda-offerta" attrezzature tecniche;
  • Strutturare una piattaforma tecnologica in grado di gestire quanto riportato nei precedenti punti attraverso gli strumenti messi a disposizione dalle Tecnologie dell'Informazione e della Comunicazione;
  • Sviluppare una serie di strumenti di Knowledge management volti a elevare la capacità di crescita delle conoscenze detenute dalle imprese del sistema e dei lavoratori in esse impiegati;
  • Sviluppare una strategia in grado di permettere la diffusione degli strumenti alle altre imprese associate ai due consorzi ma non partecipanti al presente progetto e diffondere i risultati del progetto presso altre imprese di settore a livello extra-regionale.

Regione Emilia Romagna: Interventi per Reti di Imprese

Tale progetto è stato presentato ai sensi del Bando della Regione Emilia Romagna approvato con deliberazione della Giunta Regionale n.2395 del 19 dicembre 2000 - ratificata dal Consiglio regionale con Atto n. 144 del 07/02/2001, recante "Approvazione del Piano Qualità Regionale e modifiche alle schede delle Azioni B e C della Misura 1.2 del Piano triennale per le attività produttive industriali 1999-2001", in particolare le Disposizioni Operative che regolano l'attuazione dell'Azione C della Misura 1.2 "Interventi per reti di imprese".

Lo sviluppo e la realizzazione delle attività del progetto fruiscono del sostegno che la Regione Emilia Romagna (Deliberazione della Giunta Regionale 17 marzo 2003, n. 430) ha concesso a favore delle società coinvolte con contributo in c/capitale pari al 50% della spesa preventivata per la sua attuazione.

Pertanto è stata sottoscritta in data 07 luglio 2003 apposita convenzione tra la Regione Emilia Romagna e AR.CO. Lavori Scc (impresa capofila della rete di imprese coinvolte), la quale disciplina le modalità di realizzazione, finanziamento e rendicontazione delle attività previste nel progetto.

Inoltre, il progetto ha ricevuto il sostegno e l'appoggio diretto di tutte le forze sociali interessate. Sono infatti stati sottoscritti 2 accordi di gradimento del progetto. Il primo è un accordo istituzionale ed è stato sottoscritto dalle associazioni di rappresentanza del lavoro (CGIL, CISL, UIL) e dell'impresa (CNA, LEGACOOP) a livello regionale. Il secondo è l'accordo aziendale ed è stato firmato dal consorzio proponente e dalle strutture sindacali delle province nelle quali risultano essere localizzate le imprese partner (CGIL, CISL, UIL delle province di Ravenna, Forlì, Ferrara).

Vai a Regione Emilia-Romagna


login

Utente:
Password:
 
Password Dimenticata


ultime news

© 2016 - www.ccc-acam.it - www.arcolavori.com